Andrea Mattiello 2017

firma Andrea Mattiello

artist ANDREA MATTIELLO

BIOGRAFIA

Andrea Mattiello, nato a Montecatini Terme il 3 febbraio 1975, vive e lavora a Pieve a Nievole (PT). Appassionato fin da piccolo di disegno e colori, si diploma “Disegnatore di Architettura e Arredamento” presso l’Istituto D’Arte Policarpo Petrocchi di Pistoia nel 1994.
Inizia l’attività espositiva nel 1996, percorso che lo porterà ad esporre in numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero.

Le opere degli anni ’90 sono caratterizzate da linee nette e spigolose, colori forti : lo sguardo dell’artista è rivolto verso l’esterno, all’osservazione del mondo frenetico che lo circonda. Congestionati e frenetici centri urbani, elementi della società economica, monete e banconote sono gli elementi ricorrenti di questi lavori.
L’Uomo si sente compresso e costretto da una realtà matrigna che cerca di impedirgli di essere libero. Non servono denaro, scale o grattacieli, vano sembra il tentativo di scappare, correre o sostenere edifici che crollano.

Necessitano cuore ed idee nuove.

L’artista sente che i valori stanno altrove e tenta una ricerca costruttiva: “American Dream”, ciclo degli anni 2003/2004.
Andrea si esprime a tinte forti, con una grafica nitida, articolata e decisa. Egli desidera comunicare le sue emozioni e la sofferta maturazione ed intanto si cimenta in una personale ricerca dei significati più autentici dell’essere umano.

Opera dopo opera la geometrica figura di un uomo inconsistente da burattino diventa soggetto pensante che si interroga e cerca di integrarsi con ciò che lo circonda. Cambiano i colori, sono più tenui e sereni; cambiano i simboli, sempre più riferiti al sentire interiore dell’uomo. Permangono dubbi ed ansie ma la figura prende consapevolezza e consistenza.

Ma per ritrovarsi è necessario risalire alle proprie origini.
La cellula, l’informazione genetica, la testa piena, la luce che porta energia vitale ed attiva la mente. Origini biologiche, del pensiero e dei sentimenti.
Il percorso dell’artista è lungo e faticoso, caratterizzato da tappe produttive molto varie per qualità e quantità. Andrea insiste nella sua ricerca con ammirevole tenacia: il burattino scompare e si fa Uomo.

Dal 2008 appare nelle sue opere l’immagine del “Bambino-Feto”, che diventerà icona ricorrente nella serie “Identikit” del 2009.
E’ un Uomo piccolo che si affaccia al mondo e mette alla prova i suoi sentimenti. Il lavoro pittorico esprime con più evidenza qualche certezza in più dell’artista.
Andrea seleziona pochi elementi della realtà quotidiana in cui si trova e li utilizza come simbolo di grande contenuto espressivo. Le sue opere trasmettono serenità e cultura sia quando sono piccoli lavori sia quando sono tele di grande estensione.
Lampadine, maschere, cuori rossi e fiori bianchi si staccano da sfondi di colore intenso, attivano sentimenti e danno all’osservatore  spunti per divagazioni personali.
Maschere etniche ed elementi ambientali portano a considerazioni sui luoghi di vita in cui l’Uomo è protagonista.

L’artista continua la sua ricerca attraversando tematiche e soggetti diversi, così come materiali nuovi.
Nel 2015 si accosta alla tecnica del collage che diventa una nuova forma di sintesi espressiva con cui comunicare.
Del 2015/16 la serie di collages dedicata al cibo orientale “#orientalfoodexperience”.

Attualmente il tema delle ninfee, dell’acqua e dei suoi riflessi sono il tema attorno a cui ruota l’attuale produzione dell’artista.

ACQUA

MOSTRE

 

Date

14 Aprile 2017

Category

Eventi, Mostre D'Arte

Tags
andrea mattiello, art event, art exhibition, art in chianti, tuscan artists

BOOK

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina dellaPrivacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi