UVA PRETIOSA

UVA PRETIOSA

Ci sono delle parole chiave che guidano il nostro cammino da sempre, non ci eravamo mai resi conto che si riassumono tutte in due parole:  Uva Pretiosa.‎

Oggi Castello di Gabbiano è capofila del Progetto UVA PRETIOSA.

Il settore enologico è alla ricerca di soluzioni innovative per lo sviluppo di prodotti commercializzabili ottenuti da operazioni di valorizzazione degli scarti industriali.

Il progetto UVA PRETIOSA intende affrontare le tematiche di riutilizzo e di valorizzazione dei sottoprodotti della filiera viti-enologica in un’ottica di economia circolare.

La filiera viti-enologica produce ingenti quantità di sottoprodotti e scarti; i principali per quantità, impatto economico ed ambientale sono le vinacce fermentate e fresche, la feccia e vinaccioli.

Sono stati condotti degli esperimenti dall’Università di Firenze, dall’azienda Castello di Gabbiano e da Vinidea, in collaborazione con San Lorenzo Green Power per la valorizzazione della feccia, e con Vino Vigna per quanto riguarda l’uva immatura.

La feccia liquida è stata trasformata in :

– vino da reintegrare nel processo produttivo

– feccia concentrata idonea alla produzione di biogas utilizzato in seguito per produrre energia elettrica

– compostato da usare per dare sostanza organica al suolo

Produzione di feccia concentra idonea per l’invio al biodigestore per produzione di biogas e di un vino con caratteristiche simile al vino prima della sfecciatura:  Video – produzione feccia concentrata per produzione di biogas e di un vino – Documenti – Piacenza (uvapretiosa.eu)

L’uva immatura è stata processata nell’ottica di ottenere un estratto antiossidante. Le prime tappe del processo di produzione di un estratto antiossidante a partire da uva immatura:  Video-produzione di un estratto antiossidante partendo da uva immatura – Documenti – Piacenza (uvapretiosa.eu)

Il progetto Uva Pretiosa coinvolge Beringer Blass Italia – Castello di Gabbiano, la società Agricola Isole e Olena, San Lorenzo Green Power, il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari, Ambientali e Forestali dell’Università degli Studi di Firenze, ERATA e VINIDEA.



BOOK

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina dellaPrivacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi