Susi Bellamy – 2009

Susi Bellamy vive a Firenze da 5 anni con suo marito e i loro 3 figli. Il suo studio, ricavato nella torre della loro casa, ha una vista notevole sulla campagna Toscana ed è circondato da ulivi. “Come puoi non essere ispirato da un così meraviglioso paesaggio, che ogni giorno ti trasmette nuovi stimoli ed energia!” Il suo lavoro è in continua evoluzione da anni, da quando arrivò dal Northumberland in Inghilterra. Gli ampi panorami e le tondeggianti colline della campagna del nord della Bretagna hanno ispirato in suo amore per il paesaggio e l’hanno condotta alle sue immagini astratte di terra e cielo. Paesaggi campestri e urbani, gli aspetti che mutano con le stagioni, e i diversi effetti di luce dal giorno al notte, influenzano i suoi processi. Susi è anche ispirata dal carattere della città e dagli artigiani Fiorentini che elaborano la loro arte da così tanti anni . Lei sovrappone strati su strati, aggiunge e toglie, gratta e raschia, spruzza e marmorizza – dando ad ogni dipinto uno spirito in libera evoluzione, secondo la sua visione. “Ad un certo punto il dipinto inizia a prendere vita” spiega “incomincia a muoversi, così dentro ogni lavoro c’è il suggerimento, il potenziale per il prossimo”. Susi attribuisce la sua abilità di vedere, creare e comporre, ai giorni vissuti come redattrice di moda presso “la Cond? Nast Puplication” a Londra. Da dietro la macchina fotografica di alcuni dei grandi della fotografia, quali David Bailey e Norman Parkinson, ha perfezionato l’arte di creare immagini visive per la rivista, una esperienza che è stata indispensabile per la sua crescita come pittrice.

 

L’esplorazione dell’ordine opposto al caos, l’influenza delle arti Fiorentine, e la contrapposizione del pratico, del pragmatico all’opulenza, sono tutti temi che ricorrono nel lavoro di Susi Bellamy. Coi suoi colori esuberanti, l’uso di foglie d’oro, la stratificazione e la marmorizzazione della pittura, gli scenari che rivelano la conformazione grezza delle rocce, Susi svela l’influenza della sua esperienza Fiorentina, nel cogliere il volto rinascimentale della città riflesso nell’estetica moderna. I suoi dipinti, paesaggi ricchi di atmosfera, suggeriscono contemporaneamente le geometrie di antiche mura urbane e le stratificazioni rocciose di una scogliera. Susi riempie di colore gli spazi vuoti, buchi e tracce lasciate dalla superficie ruvida della sua cazzuola, permettendo così all’immagine di prendere la sua forma naturalmente. Questa interazione tra astrattezza e concretezza, una ricerca che percorre tutti i suoi lavori, crea una struttura che sembra essere nata per caso, una superficie con spazi che sembrano contenere se stessi. In altri dipinti Susi colloca spazi dai colori vibranti e vorticosi su sfondi limpidi e omogenei. Che siano disposte in fila come pietre in mostra, o che esplodano dal centro della tela, rivoli di colore rotanti come la scia di luce da una cometa, queste aree concentrate di massa e colore sembrano galleggiare, senza gravità nello spazio. Crea l’effetto sorprendente e bello di un trompe l’oeil . Le immagini spettacolari di questa mostra – paesaggi che suggeriscono vedute naturali e costruite, sassi fluttuanti, fluidi che sembrano solidi e in movimento allo stesso tempo, il gioco di superfici e spazi – formano un’opera impressionante, ricca di intensità. I dipinti in “The Spaces in Between” trasformano gli ambienti che li ospitano, creando il colpo d’occhio di un mondo acceso di colore, vita ed energia. (Mary Murfin Bayley)

Date

22 January 2016

Category

Art Exhibitions

BOOK


QUICK BOOKINGS

HOSPITALITY
CONTENT NOT AVAILABLE.
TO SEE IT ENABLE COOKIES BY CLICKING TO 'ACCEPT' ON THE BANNER
OTHER BOOKING OPTIONS

TOURS OR COURSES

A TABLE AT IL CAVALIERE

A WINE


You can book also by phone calling the number
+39 055821053

NEWSLETTER

This site uses cookies to improve your browsing experience. To understand which cookies and how they are used, consult our Privacy page. Accept cookies by clicking on the 'Accept' button. At any time from the relative page you can review and change your consent. MORE INFORMATIONS

This site uses cookies to provide the best browsing experience possible. By continuing to use this site without changing your cookie settings or clicking on "Accept" you allow their use.

Close